Un Piano di protezio hot lesbian porn ne civile (ad esempio, un piano comunale di autoprotezione per terremoto), dovrebbe vedere, subito dopo il primo impatto del sisma, ogni dipendente al posto e al compito che gli è stato affidato dal piano: il vigile urbano a presidiare quel determinato incrocio, il netturbino a rimuovere le macerie in quella strada, l’assistente sociale ad aiutare la popolazione in quell’area di soccorso, il medico dell’ASL in quel centro di medicazione… e così via. È evidente che un siffatto Piano deve essere dettagliatamente conosciuto dalle persone che dovranno attuarlo anche con periodiche circolari, riunioni, esercitazioni.  Altrettanto importante è poi la divulgazione del piano tra la popolazione (sopratutto quella scolastica) che deve sapere, ad esempio, l’ubicazione delle aree di raccolta dove concentrarsi immediatamente dopo un sisma, le aree a rischio in caso di nubifragio, le modalità dell’allarme. Ma divulgare non è cosa facile (e i tanti manuali o locandine che si limitano a dare consigli ovvi come, ad esempio, un generico “durante il terremoto mettetevi sotto un tavolo” ne sono una testimonianza) e, sopratutto, é abbastanza costoso. Per far fronte a questi problemi una interessante iniziativa viene portata avanti in questi giorni dal Associazione Protezione Civile Benevento, in modo tale da formare volontari circa 15 che possano attuare la divulgazione dei piani di evacuazione degli edifici scolastici e dei piani comunali di emergenza, a supporto dei formatori la piattaforma web “ Sistema Interno di gestione delle Emergenze”.

INTERVISTA:
http://www.ntr24.tv/it/news/associazioni/benevento-la-protezione-civile-forma-una-squadra-di-15-volontari-per-informare-e-aggiornare-la-popolazione.html

Ultimo porn cartoon aggiornamento (Lunedì 10 Novembre 2014 23:12)